Sudare eccessivamente non significa dimagrire

Sempre più spesso  e anche nel periodo estivo mi imbatto in persone che svolgono attività fisica, camminato o corsa, nelle ore più calde della giornata e per di più con la superficie del corpo coperta da indumenti che non permettono una corretta traspirazione. Il motivo di tutto questo è il tentativo di dimagrire attraverso una sfiancante attività fisica che faccia sudare molto. La chiave vincente per perdere del peso  in eccesso è quella di adottare uno stile di vita corretto caratterizzato da una corretta alimentazione (sana, bilanciata, personalizzata che non segua le mode ma si basi su fondamenti scientifici e per di più senza eccessive privazioni) ed un’adeguata attività fisica.  Correre nelle ore più calde e più umide delle giornate estive non è affatto salutare ed adeguato ma piuttosto pericoloso per la salute. La sudorazione è un meccanismo attraverso il quale il nostro organismo regola la temperatura corporea  e sudare in modo eccessivo o impedire una corretta traspirazione  con inadeguati indumenti può alterare la capacità termoregolatoria dell’organismo. Già una perdita idrica del 6-10 % non opportunamente reintegrata può ridurre la capacità della termoregolazione ed il soggetto rischia di incorrere nel colpo di calore ed un’eccessiva sudorazione in condizioni atmosferiche proibitive comporta un fenomeno di  disidratazione definita “intracellulare” o “ipertonica”. La disidratazione ha ripercussioni anche sul cervello. Una ricerca britannica ha dimostrato come, in seguito ad attività fisica e perfusa sudorazione (maggiore ad un litro),la materia grigia  subiva una contrazione “svuotando” le aree di separazione tra i tessuti, ricche di liquidi. Il restringimento osservato dopo un’intensa attività fisica poteva essere paragonato a 14 mesi di usura della materia grigia dovuta a un super-stress o, secondo i ricercatori, al deperimento associato a due mesi e mezzo di morbo di Alzheimer. Per fortuna per risollevare il cervello uno o due bicchieri di acqua sono sufficienti a riportarlo alla normalità. Pertanto quello che scorre sulla vostra fronte è solo acqua e non grasso ed il calo di peso che vedete registrato sulla bilancia dopo una corsa in queste condizioni è solamente frutto delle perdite di acqua e non di grasso:  l’organismo provvederà a ripristinare le perdite attraverso vari meccanismi tra cui quello della sete. Invito tutti a svolgere l’attività fisica nei momenti più freschi della giornata come ad esempio la mattina presto, con indumenti adeguati e ricordando di bere prima, durante e dopo l’attività fisica.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...