Mangiare bene=spendere molto? Certo che no! 2.0

Temete di andare da un nutrizionista perché pensate che quest’ultimo possa consigliarvi un’alimentazione difficile da sostenere dal punto di vista economico?Avete mai pensato che invece una consulenza nutrizionale potrebbe essere un buon investimento non solo per la salute ma anche per il portafogli?

Ebbene sì, proprio così!Un nutrizionista infatti può, attraverso la propria attività di educazione alimentare, insegnarvi  non solo a mangiare correttamente in termini di quantità, qualità  e frequenza di assunzione delle varie categorie di alimenti  con un buon tornaconto in termini di salute ma vi potrebbe essere di aiuto anche per risparmiare in cucina portando a tavola piatti sani, completi ma anche economici. Vi avevo già parlato di alcuni “trucchetti” per abbassare i costi in cucina abbattendo gli sprechi e facendo scelte oculate con l’articolo Mangiare bene = Spendere molto?Certo che no!; questo, il 2.0, vuole essere una prosecuzione di tale argomento che porta un esempio concreto di sana alimentazione a basso costo.

Ecco una cena sana per due persone realizzata con circa 6 euro (3 euro a testa)!

Filetti di sarde gratinate al forno con contorno di verdure di stagione

Ingredienti:

– 400 g di sarde sfilettate

– pane raffermo

– aglio, prezzemolo

-olio e.v.o (extravergine di oliva)

Procedimento:

Disporre i filetti di sarda ben puliti su teglia rivestita da carta da forno.

Con un mixer frullare un paio di fette di pane raffermo con del prezzemolo ed uno spicchio di aglio spremuto. Disporre la panatura ottenuta sul pesce. Aggiungere un filo di olio e.v.o ed infornare a 200°C per circa 15-20 minuti.

Questa è la ricetta,  ma torniamo a parlare di nutrizione sana (ed economica perchè no?!)

Per completare il pasto  (pasto completo) è sufficiente aggiungere un contorno di verdure di stagione ( io ho pensato a del cavolo verza cotto al vapore in pentola a pressione condito condito con olio e.v.o a cottura ultimata), del pane e della frutta di stagione (due mandarini).

Vi sarete chiesti il perché delle parole evidenziate in grassetto. La loro spiegazione mi aiuterà a sottolineare il valore nutrizionale di alcuni alimenti e giustificare il motivo di alcune scelte alimentari.

– “sarde”:  questa qualità di pesce rappresenta una buona fonte di niacina, vitamina D per la fissazione del calcio nelle ossa, vitamina B12, fosforo, proteine, calcio selenio ed omega-3 che proteggono il cuore ed i vasi.

– “mandarini e cavolo verza”: ricchi di ali minerali, acqua e fibra e vantano un ottimo contenuto di vitamina C, importante antiossidante per combattere l’invecchiamento e vitamina fondamentale per il sistema immunitario

– “pasto completo” : un pasto è “completo” quando è in grado di apportare in modo bilanciato tutti i macronutrienti (proteine, carboidrati, grassi) e magari anche micronutrienti (come vitamine e sali minerali). In questo caso il pesce rappresenta la parte proteica in modo preponderante ma anche grassi di buona qualità, il pane apporta carboidrati complessi, l’olio e.v.o fornisce principalmente grassi e poi la frutta e la verdura completano il tutto con vitamine e sali minerali

– “di stagione”: scegliere alimenti di stagione ha una duplice valenza ovvero consente di scegliere un prodotto più sano (i frutti di stagione sono perlopiù alimenti cresciuti in ambienti naturali con un minor ricorso all’utilizzo di pesticidi, antimicrobici e fitormoni) e più utile per la salute  (la natura, ad ogni stagione, ci offre degli alimenti che sono in grado di soddisfare proprio le esigenze nutrizionali che il nostro nostro organismo ha in una determinata stagione, esigenze che mutano al mutare del clima e delle condizioni ambientali) ma anche economico (costano meno delle primizie o dei prodotti fuori stagione)

Potrebbe interessarti:Frutta e verdura di stagione: sì, ma perché?

-“cotto al vapore in pentola a pressione” : questo metodo di cottura  (soprattutto in pentola a pressione) consente di cuocere senza aggiunta di grassi e limita le perdite di sali minerali e vitamine, mantenendo integro ed intenso il sapore

Potrebbe interessarti:Rullo di pentole! Come cuocere al meglio e proteggere la nostra salute

Ma veniamo al lato puramente economico della questione. Questo è quello che ho speso:

Filetti di sarde 400 g (4,18 euro) + Cavolo verza (0,44 euro) = 4,62 euro

Aggiungiamo pure due mandarini a testa e del pane e ed ecco che spendiamo circa 6 euro in totale per due persone!

Che vi avevo detto? Una sana nutrizione può essere alla portata di tutti!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...